Palazzo Ducale di Modena
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.


Il Ducato di Modena su Regni Rinascimentali
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

 

 [Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Haris

Haris


Numero di messaggi : 212
Data d'iscrizione : 26.05.10

[Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia Empty
MessaggioTitolo: [Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia   [Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia EmptyMar 20 Lug 2010, 13:21

Citazione :
Trattato di cooperazione giudiziaria tra il Ducato di Modena e il Regno di Croazia



Nella loro grande saggezza, Barone Edoardo Cybo-Malaspina, Duca di Modena, e Vercingetoriks Erdödy Principe del Regno di Croazia, hanno chiesto di mettere per iscritto il presente trattato di cooperazione giudiziaria che vincoli i popoli del regno di Croazia e del Ducato di Modena, con l'intento di instaurare e preservare una duratura amicizia.


Articolo I - del principio di cooperazione

Ogni individuo che ha commesso un'offesa o un crimine nei confronti della legge e delle regole vigenti nel territorio di un contraente dovrà, su domanda, essere ricercato, recepito, messo in carico ed essere giudicato dal contraente sul territorio del quale l'individuo si trova o è sospettato di trovarsi. (detta autorità giudiziaria richiedente).


Articolo II - dell'applicazione del diritto del ricorrente

Il comune accordo prevede una piena e fattiva cooperazione tra procuratori e giudici dei due paesi in modo che l'accusato riceva lo stesso giudizio che avrebbe ricevuto nel caso non fosse fuggito alla giustizia del contraente ricorrente (sul territorio del quale ha avuto luogo l'infrazione), essendo il giudizio svolto per e da delegazione del contraente che ha emesso la richiesta (chiamato richiedente).


Articolo III - della procedura di giudizio

Il procuratore del ricorrente redige l'atto d'accusa premurandosi di fare apparire le leggi o abitudini sui quali l'atto si basa. Lo trasmette al suo omologo insieme alle prove in suo possesso a carico dell'imputato.

Il giudice richiedente deve ricevere i dettagli del processo.

Il giudice richiedente redigerà la sentenza premurandosi di fare apparire le leggi o abitudini del ricorrente sui quali l'atto si basa. Le trasmetterà al suo omologo per un parere. quest'ultimo rimarrà sovrano della sua sentenza, e motiverà questa con l'aiuto della legge e delle abitudini del richiedente.


Articolo IV - della cooperazione dei Prefetti e dei corsi di giustizia

I membri della prefettura, della giustizia e delle delle alte parti contraenti (Prefetti, Capitani, Sergenti, Giudici, Cancellieri, Procuratori) si impegnano a collaborare attivamente affinché le leggi dei due paesi siano rispettate, in particolare:

- condividendo le loro informazioni sugli individui o gruppi di individui identificati come potenzialmente pericolosi. Informano così, emettendo un Avviso allerta, di tutti i disordini che potrebbero causare a un contraente sul suo territorio.

- Facendo rispettare la giustizia quando un'offesa o crimine sia stata commessa e l'accusato sia sul territorio di uno dei due contraenti. La procedura prevede l'emissione di un avviso di ricerca, che è una richiesta destinata a procedere all'indagine, all'arresto, alla messa sotto accusa ed al giudizio della persona accusata.


Articolo V - della richiesta

Emessa da un funzionario del contraente, è formulata come segue:

Citazione :

Ducato/Contea di _________
Natura della richiesta: Avviso di ricerca/ Avviso di allerta (messa in guardia)
Emittente (nome, funzione):
Data:
Individui accusati (nomi):
Descrizione dell'offesa/crimine o del pericolo:
Localizzazione dell'offesa/crimine ed di o degli individui:
Dossier completo delle prove relativo al caso:
Articoli di legge sui quali si basa la richiesta: (soltanto in caso di parere di ricerca)
Scheda d'identità di o degli individui:


Articolo VI - dei termini di giudizio

Il processo non deve essere superiore a tre settimane tra l'accusa e la pronuncia del verdetto. Se il termine è passato, le disposizioni del presente Trattato verranno annullate.


Articolo VII - delle disposizioni allegate

Le modalità allegate, in particolare quelle relative ai diritti degli accusati saranno discusse dai Giudici, Procuratori e Prefetti dei contraenti. I Cancellieri dei contraenti procederanno all'archiviazione dei processi.


Articolo VIII - della validità del trattato

Qualora un contraente non abbia rispettato o abbia rotto la sua fedeltà a suo Re o il suo imperatore, il presente trattato può essere di fatto denunciato automaticamente dall'altro contraente, senza indugio, senza che nessuna compensazione possa essere imposta. Il trattato denunciato è immediatamente considerato come nullo.


Articolo IX- degli inadempimenti al trattato

In tempo di pace come in guerra, qualsiasi inadempimento al presente trattato o annullamento di quest'ultimo non conforme all'articolo qui di seguito può aprire il diritto ad una compensazione della parte danneggiata.


Articolo X - della procedura di denunzia del trattato

Il contraente che desidera porre fine al presente trattato dovrà fare pervenire una lettera ufficiale di denunzia all'altro contraente. Quest'ultimo dispone di quattro giorni lavorativi per prendere atto.
Senza risposta ufficiale che lo accenna, il presente contratto è considerato nullo passato questi termini.
Le parti contraenti si impegnano a pubblicare in modo ufficiale una lettera che precisa l'abrogazione del contratto.


Articolo XI - della modifica del trattato

Per consenso reciproco, la riscrittura del trattato può essere effettuata nella sua integrità o parzialmente.


Articolo XII - dell'entrata in vigore del trattato

Il presente trattato entra in vigore senza limitazione di tempo fin dalla firma da parte dei contraenti, che impegna le loro terre ed i loro popoli.
Il presente trattato è scritto in due versioni, una italiana e una inglese. Le due versioni hanno lo stesso valore ed efficacia.


Firmato a Modena in data 21/05/1458


Per il Ducato di Modena

Il Duca
Edoardo Cybo - Malaspina, Barone di Aulla e Visconte di Castelnuovo

[Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia ModenabisV

Il Gran Ciambellano
Miriam Serena di Montefeltro, Contessa di Sassuolo e del Frignano

[Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia Gciambellanomodenaverde

L'Ambasciatrice
Beatrice Clarisse Cybo-Malaspina



Per il Regno di Croazia

Il Principe
Vercingetoriks Erdödy

[Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia Crogreen

Citazione :
Pravosudni ugovor o suradnji između Kraljevine Hrvatske i Vojvodstva Modene



U svojoj velikoj mudrosti, Barun Edoardo Cybo-Malaspina, vojvoda Modene i Vercingetoriks Erdödy, knez Kraljevine Hrvatske, su se složili oko ovog Ugovora o pravosudnoj suradnji između naroda Kraljevine Hrvatske i Vojvodstva Modene, s namjerom da uspostave i održavaju trajno prijateljstvo.



Članak I – Načelo suradnje

Svatko tko je počinio prekršaj ili kazneno djelo po zakonima važećima na teritoriju jedne od dviju potpisnica Ugovora, biti će potražen na zahtjev te će se po zajedničkom dogovoru potpisnica Ugovora izručiti ili dovesti na suđenje pred pravosudna tijela one zemlje Potpisnice na čijem je teritoriju uhićen.


Članak II - Pravo podnositelja zahtjeva  

Sporazum predviđa punu i aktivnu suradnju između tužitelja i sudaca iz obje zemlje, tako da optuženi dobije istu presudu koju bi dobio i na teritoriju države podnositelja zahtjeva (gdje je počinjeno kazneno djelo ili prekršaj) u slučaju bjega pred pravosudnim tijelima te iste države.


Članak III – Sudski postupak

Javni tužitelj će pripremiti optužnicu po zakonu ili običajima na kojemu se temelji akt. Proslijedit će ga svojim kolegama uz dokaze kojima tereti optuženika.

Prijemni sud/sudac mora primiti sve detalje o tom procesu.

Prijemni Sud (Sudac) će sastaviti sudsku presudu vodeći računa o zakonima i običajima države podnositelja zahtjeva. Proslijedit će ih svome kolegi tražeći njegovo mišljenje.
Njegov kolega će ostati neograničen u svojoj odluci koja će biti donesena/obrazložena uz pomoć zakona i običaja zemlje koja je zaprimila optužnicu.


Članak IV – Suradnja Komisara te tijek pravnog postupka

Svi članovi pravosudnih tijela obiju Ugovornih strana (komisari, kapetani, narednici, Suci, Činovnici/Službenici), Javni Tužitelji) se obvezuju na aktivnu suradnju kako bi se poštivali zakoni obiju zemalja, i to na način da:

- Međusobno razmijenjuju informacije o pojedinicima ili grupama pojedinaca koje se smatraju potencijalno opasnima i to na način da će poslati hitnu obavijest o svim neredima koje mi bi mogao/bi mogli prouzrokovati na teritoriju druge Potpisnice.  

- Brinu o poštivanju pravnog postupka u slučaju počinjenja prekršaja ili zločina a da se optuženik nalazi na teritoriju jedne od dviju Potpisnica. Ova procedura zahtjeva izdavanje obavijesti o hvatanju, koja je zapravo zahtjev za daljnjom istragom i uhićenjem kako bi se započelo sa suđenjem optuženiku.


Članak V - Zahtjev

Zahtjev, izdan od strane činovnika (službenika) Ugovornih strana, se formulira na slijedeći način:

Citazione :
Vojvodstvo/Grofovija (Županija/Kraljevstvo) _______
Priroda (ili Vrsta) upita: Uhidbeni nalog (ili Nalog za uhićenje)
Izdao (Ime, funkcija):
Datum:
Optuženici (imena):
Opis prekršaja/zločina ili opasnosti:
Mjesto prekršaja/zločina i počinitelja:
Zakon po kojem je uručen zahtjev (samo u slučaju provođenja istrage)
IG profil optuženih:


Članak VI – rokovi sudskog postupka

Od podizanja optužnice do izricanja presude ne smije proći više od 3 (tri) tjedna. Ako je rok istekao, odredbe ovog Ugovora će se poništiti.


Članak VII – Dodatne odredbe

Dodatne metode, posebno one koje se odnose na prava optuženika, će se dogovarati između Sudaca, Javnih Tužeitelja i Komisara zemalja Potpisnica.
Činovnici (službenici) zemalja Potpisnica će arhivirati procese po njihovu završetku.


Članak VIII – Valjanost Ugovora

Kada jedna od Potpisnica ne bude poštivala ili bude prekršila svoju vjernost Kralju ili svom Caru, druga Potpisnica može automatski, bez vremenskog ograničenja, prijaviti ovaj Ugovor bez mogućnosti nametanja ikakve odštete.
Tako prijavljen Ugovor se odmah smatra poništenim.


Članak IX – Nepoštivanje Ugovora

U doba mira, kao i u ratu, bilo kakvo nepoštivanje ovog Ugovora ili otkazivanje Ugovora koje nije u skladu s člankom koji slijedi, daje pravo oštećenoj strani na naknadu.


Članak X – Postupak za otkazivanje Ugovora

Potpisnica koja želi raskinuti ovaj Ugovor mora poslati službeno pismo pritužbe drugoj Potpisnici. Druga strana mora u roku od 4 (četiri) radna dana odgovorit na istu.
Bez službenog odgovora na spomenuto pismo, ovaj Ugovor će se smatrati poništenim s istekom navedenog roka.
Obje zemlje Potpisnice se obvezuju da će i javno objaviti pismo kojim određuju raskid ovog Ugovora.


Članak XI -  Izmjene Ugovora

Zajedničkim pristankom obiju Potpisnica, Ugovor se može mijenjati u potpunosti ili djelomično.


Članak XII – Stupanje na snagu ovog Ugovora

Ovaj Ugovor stupa na snagu odmah, bez vremenskog ograničenja, u trenutku njegova potpisivanje od strane svih uključenih dostojanstvenika.
Činom potpisivanja, oni se obvezuju na poštivanje Ugovora u ime svojih kraljevina i stanovnika.
Ovaj Ugovor je napisan u tri verzije, jedna na hrvatskom, jedna na talijanskom i jedna na engleskom jeziku. Sve verzije su jednake i imaju istu vrijednost.


Potpisano u Vrbovskom, 21. svibnja 1458.


U ime Kraljevine Hrvatske
Knez Vercingetoriks Erdödy
[Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia Crogreen


U ime Vojvodstva Modene
Barun Edoardo Cybo-Malaspina, vojvoda Modene


[Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia ModenabisV

Ministrica vanjskih poslova
Miriam Serena di Montefeltro, Grofica od Sassuola i Frignana


[Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia Gciambellanomodenaverde

Ambasadorica
Beatrice Clarisse Cybo-Malaspina

Citazione :
Judicial cooperation treaty between the Duchy of Modena and the Kingdom of Croatia



In their great wisdom, Baron Edoardo Cybo-Malaspina, Duke of Modena, and Vercingetoriks Erdödy, Prince of the Kingdom of Croatia, have asked in writing this judicial cooperation treaty which constraints the peoples of the Kingdom of Croatia and of the Duchy of Modena, with the intent to establish and preserve a lasting friendship.


Article I-the principle of cooperation

Every person who has committed an offence or a crime against the law and the rules applicable in the territory of a Contracting Party must, on request, be researched, transposed, put on load and be judged by the Contracting Party in which the individual is or is alleged to be in. (the requesting court).


Article II-the application of the right of the applicant

The common agreement provides a full and active cooperation between prosecutors and judges of the two countries so that the accused receive the same judgment that he would have received in case you don't escape the Justice of the contractor applicant (in whose territory the offence took place), being proceedings played for and by the delegation of the Contracting Party which issued the request (called applicant).


Article III-the procedure the applicant's trial

The Prosecutor shall draw up an indictment premurandosi to reveal the laws or customs on which the Act is based. Transmits it to his counterpart along with the evidence in its possession at the expense of the accused.
The judge must receive the details of the process. The applicant will prepare the Court judgment premurandosi to reveal the laws or customs of the applicant on which the Act is based.
The transmit to his counterpart for an opinion. The latter will remain sovereign of its judgment, and motivate this with the help of the law and habits of the applicant.


Article IV-cooperation of Prefects and courses of justice

Members of the Prefecture, of Justice and of the High Contracting Parties (Prefects, captains, Sergeants, judges, prosecutors, court clerks) undertake to cooperate actively to ensure that the laws of the two countries are complied with, in particular:

-Sharing their information on individuals or groups of individuals identified as potentially dangerous. Inform so, by issuing a Warning alert, of all the troubles that might lead to a contractor on its territory.

-Enforcing justice when an offense or crime has been committed and the accused both on the territory of one of the two Contracting Parties. The procedure provides for the issuance of a search alert, which is a request destined to proceed to the investigation, arrest, indicted and the trial of the accused person.


Article v-of request

Issued by an official of the contractor, is worded as follows:

Citazione :
Duchy/County _ _ _ _ _ _ _ _ _
Nature of request: search alert warning/alert (warned)
Issuer (Name, function):
Date:
Individuals accused (names):
Description of offense/crime or of danger:
Localization of offense/crime and of or individuals:
Full Dossier of evidence relating to case:
Articles of law underlying request: (only when the opinion research)
Identity Card or individuals:


Article VI-terms of judgment

The process must not exceed three weeks between the prosecution and the pronunciation of the verdict. If the deadline has passed, the provisions of this Treaty will be cancelled.


Article VII-the provisions attached annex

In particular those relating to the rights of the accused will be discussed by the judges, prosecutors and Prefects of contractors. The clerks of contractors will be conducting the storage processes.


Article VIII-the validity of the Treaty

Where a contractor has not complied with or has broken his loyalty to his King or his Emperor, this Treaty can be done automatically by the other party denounced, without delay, without any compensation to be set. The Treaty denounced is immediately considered as null and void.


Article IX-rectified to the Treaty

In time of peace as in war, any breach of this Treaty or annulment of the latter not in line with article below can open the right to a compensation of damage.


Article X-complaint procedure of the Treaty

The contractor who want to put an end to this Treaty shall send an official letter of complaint to the other Contracting Party. The latter has four working days to take notice.
Without official response that mentions, this agreement is deemed void past these terms.
The Contracting Parties undertake to publish officially a letter specifying the repeal of the contract.


Article XI-the modification of the Treaty

For mutual consent, the rewrite of the Treaty can be performed in its entirety or in part.


Article XII-the entry into force of this Treaty

Shall enter into force without limitation of time since the signing of contractors, who committed their lands and their peoples.
This Treaty is written in two versions, one Italian and English. The two versions have the same value and effectiveness.



Signed in Modena, on 21/05/1458

Representing the Duchy of Modena

Il Duca
Edoardo Cybo - Malaspina, Barone di Aulla e Visconte di Castelnuovo

[Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia ModenabisV

Il Gran Ciambellano
Miriam Serena di Montefeltro, Contessa di Sassuolo e del Frignano

[Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia Gciambellanomodenaverde

Ambassadress
Beatrice Clarisse Cybo-Malaspina



Representing the Kingdom of Croatia

The Prince
Vercingetoriks Erdödy

[Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia Crogreen
[/quote]
Torna in alto Andare in basso
 
[Cr]Trattato di Coop. Giudiziaria fra Modena e Croazia
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Palazzo Ducale di Modena :: Biblioteca di Palazzo Ducale :: Archivio dei Trattati :: Regni Balcani-
Vai verso: